LO SPRECO ALIMENTARE: “QUANDO BUTTIAMO UNA MELA, SPRECHIAMO INUTILMENTE 75 LITRI DI ACQUA.”

Posted on dicembre 10, 2018 di

0


La scorsa settimana, mentre facevamo lezione, è entrata una signora. La conoscevamo già perché nei primi anni della scuola primaria ci aveva fatto un progetto sulla frutta, molto divertente, e non solo: l’anno precedente ci aveva consegnato una bustina di plastica che noi dovevamo utilizzare se non mangiavamo qualcosa alla mensa; purtroppo però molti studenti non la utilizzavano, forse perché non la ritenevano utile. Secondo la nostra opinione invece, utilizzarla è un bene, poiché nel mondo le risorse non sono infinite come pensiamo noi, che siamo molto fortunati ad avere tutte le utilità a portata di mano.

Questa volta però ci è venuta a parlare di un argomento molto importante: lo spreco alimentare. Questo progetto consiste nell’utilizzare un bustina di plastica per il cibo che non consumiamo a mensa, così che nella spazzatura ci saranno  sempre meno alimenti. Per farci capire meglio che significa “spreco alimentare”, ci ha fatto un semplice esempio: se una volta finito il nostro pasto non ci va più una mela e la lasciamo lì, le cuoche saranno costrette a buttarla, sprecando così, per colpa nostra, tantissima acqua: settantacinque litri! Ognuno di noi si è chiesto com’è possibile che in una sola mela ci siano settantacinque litri d’acqua… ebbene sì! È possibile perché dentro la mela ci vanno anche i litri d’acqua che sono serviti al contadino per innaffiare il campo dove poi ha piantato il seme, il quale seme, grazie ad essa, è cresciuto producendo l’albero che ci ha regalato il frutto.

Alla fine del breve ma costruttivo discorso, ci siamo accorti che molto spesso non facciamo caso che in un solo gesto sprechiamo una delle risorse più importanti del pianeta Terra. Grazie a questo intervento, oggi stesso, come ogni giorno, ci impegneremo a non gettare inutilmente una quantità enorme di acqua.

AGNESE CARDI, MADDALENA ROGGI, SARIKA VERMA

Classe I E

Annunci