IL GIORNO DELLA MEMORIA: RICORDARE PERCHÉ NON ACCADA MAI PIÙ

Posted on marzo 19, 2019 di

0


Il giorno della memoria ricorre tutti gli anni il 27 di Gennaio ed è una ricorrenza internazionale, per commemorare le vittime dell’Olocausto. Questa data è stata scelta perché in quel giorno del 1945 le truppe sovietiche dell’Armata Rossa liberarono il campo di concentramento di Auschwitz. Ogni anno si ricordano gli oltre 12 milioni di vittime, uccise nello sterminio attuato dalla Germania nazista nei confronti di 6.000.000 di ebrei e di altrettante persone tra omosessuali e disabili (sia mentali che fisici). Adolf Hitler, oltre al progetto di creare la “razza” perfetta, con i capelli biondi e gli occhi azzurri, voleva che tutti gli uomini fossero della stessa religione cristiana e senza difetti fisici e mentali. Alle famiglie dei disabili i tedeschi facevano apparire i campi di sterminio come dei posti dentro ai quali avrebbero potuto godersi una vacanza. Hitler nacque in Austria nel 1889, credeva nella magia occulta e diceva di fare sogni profetici all’alba. Aveva una personalità criminale anche per il fatto che odiava la borghesia, della quale in gioventù non riuscì a far parte. In classe abbiamo parlato svariate volte di questo argomento e i ragazzi della II A hanno guardato un documentario di Alberto Angela riguardante questo fatto.

È molto importante ricordarlo, per evitare che una cosa simile riaccada in futuro.

BRACONI CHIARA, IBOUNIG TEA

Classe II A

MATILDE BILLI, FILIPPO MUCCI

Classe II B