IL PROGETTO DELL’ORTO DIFFUSO

Posted on marzo 19, 2019 di

0


La scuola primaria e secondaria ha iniziato il progetto dell’orto diffuso, per far partecipare anche i bambini disabili alle attività agricole. Esso consiste nel coltivare orticelli in tutta Terranuova Bracciolini. Per l’orto fatto davanti alla scuola, useremo il metodo “a lasagna”, chiamato così perché viene fatto a strati: uno di materiale organico e uno di giornale, fino ad arrivare alla paglia. Viene svolto una volta al mese e ad aiutarci ci sono le maestre Laura e Silvia. Per ora gli orti sono stati fatti alla Penna, a Pernina, al pallaio, qui alla scuola e alle Fornaci. L’11 dicembre 2018 faremo un’uscita per andare a vedere i  diversi orti a piedi; per noi questo progetto potrebbe essere utile per fare più attività creative, didattiche e per farci imparare divertendosi. Un altro tipo di orto è la “foresta”, dove vengono piantate le piante caratteristiche del bosco: lamponi, frutti di bosco e alcuni alberi. Abbiamo intervistato il professor Lorenzo Puopolo che con queste parole ha commentato il progetto: “stiamo cercando di rendere la scuola un ambiente inclusivo, in cui i ragazzi possano sviluppare una consapevolezza sui prodotti ‘genuini’, come si fa a produrli. In più i ragazzi dovranno ‘prendersi a cuore’ la salute dell’orto e rendersi conto che ci vuole amore e dedizione per poter usufruire dei prodotti propri della terra. Secondo me, questo progetto può essere rivoluzionario e trovo che sia molto bello anche perché fa partecipare tutti, senza escludere nessuno. Da perfezionare forse l’organizzazione”. Noi concordiamo con le parole del professor Puopolo. Un progetto – quello dell’orto diffuso – che ci è piaciuto molto.

ENRICO BLASZCZYK, ASIA MURGIA

Classe V B

Annunci