UN GRANDE PROBLEMA: I RIFIUTI

Posted on marzo 19, 2019 di

0


Insieme alla nostra classe I E abbiamo partecipato ad un progetto dedicato alle classi prime con argomento principale “i rifiuti”. Il progetto era stato ideato dall’associazione SEI TOSCANA e prevedeva diversi incontri con un’esperta di nome Erika. Durante il primo incontro abbiamo trattato il tema rifiuti molto accuratamente in modo da capire molto bene lo scopo del progetto; i rifiuti sono un problema molto grave che ci riguarda da vicino e noi ragazzi siamo una delle poche speranze che ha il nostro pianeta. Abbiamo visto qualche statistica riguardante l’Europa e l’Italia e siamo rimasti molto colpiti dai risultati scioccanti.

Come possiamo notare il nostro paese è sopra il livello medio di rifiuti per persona, cosa che ci dovrebbe far riflettere molto sul nostro stile di vita. Insieme all’esperta abbiamo discusso sull’argomento anche la volta successiva e abbiamo capito che dobbiamo impegnarci, nel nostro piccolo, cercando di ridurre sempre di più la quantità di rifiuti che ogni persona produce. Durante il terzo e ultimo incontro abbiamo parlato invece dei rifiuti, ma in particolare dei vestiti. Dalla spiegazione dell’esperta abbiamo capito che dietro ad una semplice magliettina ci sono tantissime persone che vengono sfruttate proprio per far diminuire i prezzi a noi che compriamo. Nei paesi dell’Oriente i lavoratori vengono pagati pochissimo e sfruttati: lavorano in spazi ristretti e al chiuso senza fare mai pause durante la loro giornata lavorativa, che dura all’incirca dalle 16 alle 20 ore al giorno, se non di più. Tutti insieme abbiamo promesso di impegnarci sempre più a stare attenti a ciò che compriamo, poiché le conseguenze che gravano su questo fenomeno sono drastiche. Una volta finito l’argomento abbiamo messo a lavoro la nostra capacità manuale, creando una semplice shopper con una canottiera o una maglietta che non utilizzavamo più. Crearla è stato molto semplice visto che bastava tagliare l’estremità della canottiera in tante strisce che poi dovevamo annodare fra loro o all’interno o all’esterno. Una volta finita la borsina, abbiamo scelto di decorarla più avanti con la professoressa di arte e immagine.

Ci siamo divertiti tantissimo e soprattutto abbiamo imparato tantissimi suggerimenti per non gettare inutilmente i rifiuti, che molto spesso possono diventare nuovi oggetti utili, come appunto una shopper!

AGNESE CARDI, MADDALENA ROGGI, SARIKA VERMA

Classe I E